benvenuto sul blog più simpatico del web..



torna presto a trovarci: prepariamo sempre
delle cose carinissime per te!


anche su Facebook

"gradirei un giretto panoramico, grazie.."






drawing cats..


grandissimi e bellissimi sul social network più cool del pianeta..


i nostri randagini su Tumblr!

le più belle dal web..


amori miei..


PAULINA


i mici delle star

i nostri randagini..


bene ricordare che..


micio di MARIA GRAZIA


disegnando mici..


i nostri randagini..


about cats..

Un gatto

Come dorme bene un gatto
dorme con zampe e di peso,
dorme con unghie crudeli,
dorme con sangue sanguinario,
dorme con tutti gli anelli
che come circoli incendiati
costruirono la geologia
d'una corda color di sabbia.
Vorrei dormire come un gatto
con tutti i peli del tempo,
con la lingua di pietra focaia,
con il sesso secco del fuoco
e, non parlando con nessuno,
stendermi sopra tutto il mondo,
sopra le tegole e la terra,
intensamente consacrato
a cacciare i topi del sogno.
Ho veduto come vibrava
il gatto nel sonno:
correva la notte in lui come acqua oscura,
e a volte pareva cadere
o magari precipitare
nei desolati ghiacciai,
forse crebbe tanto nel sonno
come un antenato di tigre
e avrebbe saltato nel buio
tetti, nuvole e vulcani.
Dormi, dormi, gatto notturno
con i tuoi riti di vescovo,
e i tuoi baffi di pietra:
ordina tutti i nostri sogni,
guida le tenebre delle nostre
addormentate prodezze
con il tuo cuore sanguinario
e il lungo collo della tua coda.

Pablo Neruda




che brutta impressione questa foto! Ma..


"niente paura: mi sto leccando i baffi perchè la pappa era buonissima e sto aspettando che qualcuno si degni di farmi uno straccio di coccola!."






le più belle dal web..


ECCO I MIRACOLATI!

L'istinto ci diceva di non mollare. Era uno strazio tornare ogni giorno in quel bel giardino desolato, vuoto, senza tutte quelle bellissine presenze, tutta quella vita che per anni aveva scandito una parte della nostra giornata.
E forse era l'abitudine, la rabbia, o chissà cos'altro che ci spingeva a lasciare almeno dei croccantini, in due distinte ciotole: una ciotola "aperta" e un dispenser a pedale (perciò letteralmente inaccessibile a qualsiasi altro animale). Che però trovavamo puntualmente VUOTI. I fatti dicevano una cosa: i giorni passavano e cominciavano a essere tanti. Troppi. Il rumore della macchina che loro conoscevano benissimo e che fungeva da "richiamo" per l'adunata quotidiana della pappa prima o poi avrebbe dovuto "rassicurare" un micio che avesse avuto la fortuna di scampare a quell'orrore. Ma invece niente, giorno dopo giorno, il nulla.
Però i croccantini sparivano, e a noi l'istinto diceva altro.
E alla fine, nel bel silenzio di questa fantastica domenica di sole, mentre con lo strazio nel cuore ci apprestavamo circondati dal solito nulla a riempire ostinatamente quelle due ciotole e a rinfrescare l'acqua, sono.. apparsi. Prima uno, poi l'altra. Letteralmente terrorizzati, ma affamatissimi e apparentemente in buona salute.
L'istinto ci dice anche che in tutta questa faccenda forse non ci è stata detta sempre la verità. Ma questa è un'opinione personale, un "istinto, appunto. E fino a prova contraria tale rimarrà (ma intendiamo andarci a fondo). Nel frattempo però oggi abbiamo assistito a un piccolo miracolo e ci piace condividerlo con voi che ci avete indirizzato tante bellissime parole in quei giorni mostruosi.
Per la cronaca: i due "scampati" sono un maschietto e una femmina fertile (perchè estremamente ostile alla cattura). E perciò forse la storia di quella bella colonia felina è tutt'altro che finita..